Addio a Carmelina l’acquaiola: Napoli perde un pezzo della sua antica identità

Napoli perde un altro pezzo della sua antica identità: addio a Carmelina l'acquaiola con il suo chioschetto era diventata un simbolo del centro storico di Napoli.

Un’icona, un simbolo, del centro storico di Napoli, purtroppo ieri ci ha lasciati. Si tratta della famosa Carmelina l’acquaiola che svolgeva ancora uno dei mestieri più antichi della città. Carmela De Martino era la proprietaria del chioschetto in via dei Tribunali, proprio accanto alla storica pizzeria di Gino Sorbillo. Mancheranno a tutti le sue famigerate premute d’arancia e taralli.

Tra i primi a diffondere la notizia è stato proprio Sorbillo attraverso il proprio profilo Instagram. La dolce ma anche verace “Carmelina” era molto anziana ma nonostante tutto non mancava di  presenziare nell’attività commerciale di famiglia. La sua compagnia, le sue storie e il suo carisma conquistavano tutti: dai passanti e cittadini ai turisti.

Purtroppo Napoli perde un altro pezzo della sua identità antica e genuina. Quel bancone di marmo non sarà più lo stesso senza di lei che ne era la vera colonna portante. Il piccolo chioschietto, in quasi un secolo, ha resistito a tutto: guerre, terremoti e anche all’ultimo atto vandalico delle baby gang che nel 2013 glielo distrussero.

Sui social si sono riversarti tutti i suoi supporter: Non hai mai negato a nessuno un sorriso e un bicchiere d’acqua, riposa in pace“. L’ultimo saluto a Carmelina verrà dato durante i funerali che si terranno oggi, 25 giugno alle 12:30 presso la Chiesa di San Lorenzo Maggiore.

Addio a Carmelina l'acquaiola: Napoli perde un pezzo della sua antica identità
Carmelina l’acquaiola