Ricetta dei Krapfen: bombe di bontà!

I Krapfen sono dei dolci austriaci molto diffusi però anche in Italia e che in alcune città, non solo del Belpaese, sono noti anche come i dolci di Carnevale.

I krapfen hanno una memoria abbastanza antica. Nascono nel ‘600 in uno dei Paesi Europei padre della pasticceria di successo: l’Austria. Si tratta di dolci che si preparano soprattutto nei periodi invernali. Nella madre patria però, e nelle città che hanno assorbito a pieno la tradizione, potete trovarli come dolci della prima colazione e disponibili in ogni bar e ristorante.

I Krapfen, dolci di carnevale del Nord Italia

Per essere precisi i krapfen sono stati preparati per la prima volta a Graz, nel capoluogo della Stiria e oggi sono rigorosamente ripieni di marmellata di albicocche. A onor del vero  c’è da dire che questa soffice e golosa ciambella senza buco è conosciuto anche in Baviera con il nome di “Faschingsk krapfen auf Grazer art”, ovvero come il dolce di Carnevale alla moda di Graz, dunque fritti e preparati nelle strade durante queste festività.

In men che non si dica questo delizioso dolce si diffuse a Vienna e il passo Lombardo-Veneto e Trentino fu veramente breve. Infatti nel nord Italia si possono gustare dei deliziosi e krapfen, ovviamente i più buoni del Belpaese. Oggi sono preparati in tutta la nazione e il popolo italico ne ha adattato i gusti attraverso il ripieno, infatti non di rado si gustano farciti di crema pasticcera.

Krapfen

Il dolce austriaco che si prepara anche a Carnevale
Preparazione25 min
Cottura30 min
55 min
Portata: Dessert
Cucina: cucina austriaca, cucina lombarda, trentina, veneta
Porzioni: 8 porzioni
Chef: redazione cucina

Ingredienti

  • 300 gr di farina
  • 25 gr di lievito di birra
  • 2 tuorli
  • 1 cucchiaio di burro fuso
  • 1 buccia grattugiata di un limone
  • zucchero a velo
  • latte
  • vaniglia
  • sale
  • olio di arachidi

Per il ripieno:

  • 400 gr di confettura di marmellata albicocca

Preparazione dei krapfen

  1. In una ciotola versiamo il lievito di birra facendolo sciogliere con il latte tiepido addolcito con un cucchiaino di zucchero. Dopodiché spolverizziamo la superficie con della farina e mescolare lasciando fermentare per circa 15 minuti.
  2. In una terrina lavoriamo tutti insieme i tuorli d’uovo, lo zucchero restante, la buccia di limone grattugiata e un po’ di sale.
  3. Su un ripiano disponiamo la farina a fontana e versiamo il nostro composto con il lievito, quello chon le uova e lavoriamolo fino ad ottenere una pasta morbida. Se necessario versate anche un altro po’ di latte. Dopodiché copriamola con un canovaccio da cucina e lasciamo lievitare l’impasto che dovrà risultare raddoppiato.
  4. Adesso infariniamo un ripiano e stendiamola con uno spessore di circa 1,5 cm.
  5. Con un coppa pasta andiamo a formare le nostre ciambelle, i nostri krapfen. Riponiamoli su una teglia infarinata e copriamole con un canovaccio. Aspettiamo che lievitino per altri 30 minuti.
  6. A questo punto prendiamo una padella e versiamo dell’abbondante olio per immergervi i nostri dischetti. Fate attenzione a girarli in modo che possano dorarsi uniformemente sia sopra che sotto. Sgocciolateli dell’olio in eccesso su carta assorbente, spolverizzate con dello zucchero a velo o zucchero di canna e servite i vostri krapfen belli caldi. Vuoti poi per chi preferisce la semplicità o ripieni. Basterà inserire la marmellata di albicocca in una sac a poche, praticare con la punta un bochetto laterale e farcire.

Consigli

Per dei Krapfen perfetti noi consigliamo di friggere a fuoco estremamente dolce per evitare che si brucino e avere una doratura più omogenea.

Ricetta dei Krapfen: bombe di bontà!
Krapfen fritti e ripieni