Bonus sociale acqua, luce e gas: come e chi può richiederlo

Prorogati i termini per richiedere il bonus sociale, ovvero lo sconto in bolletta di acqua, luce e gas, per le famiglie economicamente svantaggiate.

La situazione precaria post Covid ha creato diversi disagi dal procurarsi le risorse necessarie per poter vivere al pagamento delle bollette. Le famiglie numerose sono quelle che hanno fatto più sacrifici. Prorogati dunque i termini per richiedere il bonus sociale, ovvero lo sconto in bolletta: acqua, luce e gas.

Lo sconto è previsto per le famiglie numerose e con almeno quattro figli a carico. Il termine ultimo per presentare la domanda slitta al 31 luglio. Dal 1° gennaio 2021 il bonus sociale sarà rinnovato in automatico. Le famiglie non dovranno più presentare domanda grazie ad un database aggiornato dell’INPS che consentirà di verificare i requisiti necessari per l’assegnazione del bonus.

A spiegarlo è l’Arera:

L’individuazione dei nuclei familiari in condizione di vulnerabilità economica sarà effettuata dall’Istituto in base alle informazioni che i cittadini dichiarano tramite le Dichiarazioni Sostitutive Uniche. al fine del rilascio delle attestazioni ISE/ISEE necessarie per accedere alle prestazioni a carattere sociale (come Carta acquisti, Reddito/ Pensione di cittadinanza, bonus asilo).

Bonus sociale acqua, luce e gas: come e chi può richiederlo

Bonus Sociale: a chi spetta?

Per richiedere l’agevolazione bisognerà possedere una serie di requisiti. Si tratta di un vantaggio destinato a famiglie che versano in condizioni di disagio economico o fisico/sociale. In tale categorie rientrano i nuclei familiari con

  • hanno un reddito Isee non superiore a 8.265 euro;
  • almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore Isee non superiore ai 20mila euro;
  • sono percettori di Reddito di Cittadinanza (Rdc) o Pensione di Cittadinanza (Pdc). I titolari di reddito di cittadinanza hanno diritto al bonus luce e gas anche se l’Isee supera gli 8.265 euro. Possono chiedere lo sconto nella bolletta dell’acqua solo se l’Isee si colloca entro la soglia di 8.265 euro.

Come richiedere l’agevolazione in bolletta

Bisognerà inviare la richiesta dello sconto in bolletta direttamente al Comune di residenza. In alternativa attraverso un ente autorizzato come ad esempio il Caf o Comunità montane. I moduli appositi li trovate a questo link sul portale dell’Arera. All domanda o al rinnovo bisongerà allegare i seguenti documenti:

  • Documento d’identità
  • attestazione dell’Isee in corso di validità
  • Due moduli disponibili sul sito web dell’Autorità che serviranno a testimoniare la situazione economica familiare. Tali documenti sono indispensabili per recuperare le informazioni relativa alla fornitura del proprio servizio. Le informazioni sono reperibili in bolletta o nel contratto stipulato con l’operatore dell’energia elettrica, acqua o gas.
  • i beneficiari di reddito o pensione di cittadinanza dovranno anche specificare il numero di protocollo necessario per identificare il beneficio stesso.

Altri bonus attivati dall’emergenza Covid