Covid, quarta dose: “Si deve fare per gli immunodepressi”

Non vi sono disposizioni sulla somministrazione della quarta dose di vaccino anti-Covid, tuttavia il Ministro della Salute ribadisce quanto sia importante per gli immunodepressi.

Indicazioni ufficiali circa la somministrazione della quarta dose di vaccino anti-Covid, tuttavia durante una trasmissione di Rai 3 il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha precisato: “Non sarà per tutti ma solo per gli immunodepressi e per i fragili”. E infine assicura:

Nessun Paese pensa a una quarta dose per tutti e nessuno al mondo la sta facendo. La quarta dose si deve fare per gli immuncompromessi ed è importante farla subito […] È probabile che serva per le fasce generazionali più anziane, quindi per i più fragili.

Covid, quarta dose: "Si deve fare per gli immunodepressi"

Alla luce della notizia circa la nuova variante Omicron2, la Xe, tuttavia la Commissione Europea dovrà esprimersi per la prossima settimana in merito ad un ulteriore booster di vaccino. Così speranza ribadisce: “Sarebbe un errore procedere con scelte diverse in ciascun Paese. Non sono scelte politiche, ma scelte che devono essere basate sull’evidenza scientifica”.