Allattamento al seno sicuro durante la pandemia COVID-19

Covid-19, l'allattamento al seno e tutti i dubbi delle donne diventate mamme durante il periodo della pandemia.

Alcuni crucci sul cosa fare e cosa evitare durante questa pandemia ancora in atto anche se arrivata la fase 3, riguarda le madri e l’allattamento al seno. È comparso oggi un articolo su Unicef Francia che sta riscuotendo un discreto successo. Si tratta di un’intervista volta a chiarire tutti i dubbi riguardo questa pratica. L’articolo si intitola: “Allattamento al seno sicuro durante la pandemia COVID-19“. Vi riportiamo qui il testo in italiano tenendo presente che potrebbero esserci alcuni errori durante la traduzione. A fondo pagina, tuttavia, vi riportiamo il link originali e altri articoli che potrebbero aiutarvi a capire a fondo la situazione.

È perfettamente normale per le madri e le donne in gravidanza porsi domande sulle pratiche più sicure per i loro bambini durante la pandemia di coronavirus (COVID-19).

I dati disponibili confermano l’importanza dell’allattamento al seno. Pelle a pelle ed esclusivo allattamento al seno fin dalle prime ore di vita promuovono lo sviluppo del tuo bambino. Non c’è motivo di interrompere queste pratiche a causa del virus. Ad oggi, non è stata osservata alcuna trasmissione del virus attivo (che può causare infezione) attraverso il latte materno e l’allattamento.

Le donne in gravidanza dovrebbero essere incoraggiate ad allattare al seno in sicurezza, pelle a pelle con il loro bambino appena nato e dormire nella stessa stanza. Di seguito sono riportate le risposte ad alcune delle domande più comuni tra le giovani mamme e le donne in gravidanza per aiutarti a prenderti cura del tuo bambino in modo sicuro, sia che tu sia in ottima forma o che mostri segni e sintomi. Sintomi del covid19.

Allattamento al seno, dovrei farlo durante pandemia?

Assolutamente. Il latte materno fornisce a tutti i bambini anticorpi che li mantengono sani e aiutano a proteggerli da molte infezioni. Gli anticorpi e i fattori bioattivi presenti nel latte materno possono quindi aiutarli a combattere l’infezione da COVID-19 quando esposti al virus.

Fino a 6 mesi di età, il bambino deve essere allattato al seno. Dopo questo periodo, continua ad allattare mentre inizia a introdurre alimenti complementari sicuri e salutari nella sua dieta.

Posso trasmettere COVID-19 al mio bambino durante l’allattamento?

Ad oggi, non è stata osservata alcuna trasmissione di virus attivo (che può causare infezione) attraverso il latte materno e l’allattamento, ma i ricercatori stanno continuando le loro ricerche.

Pratica pelle a pelle con il tuo bambino appena nato. Tenendo il bambino vicino a te favorisce l’allattamento al seno precoce, oltre a ridurre la mortalità neonatale. Il tempo è essenziale ed è consigliabile iniziare l’allattamento al seno entro un’ora dal parto.

Dovrei continuare ad allattare se ho COVID-19 o se sono sospettato di averlo?

Sì, continua ad allattare prendendo le precauzioni necessarie. Ciò include indossare una maschera se ne puoi procurarne una, lavarti le mani con acqua e sapone o una soluzione a base di alcol prima e dopo ogni contatto con il tuo bambino e pulire e disinfettare sistematicamente le superfici hai toccato. Non è necessario lavarsi il petto a meno che non si sia tossito. In caso contrario, è inutile lavarsi il petto prima di ogni allattamento.

Cosa succede se mi sento troppo male per allattare?

Se sei troppo debole per allattare, prova a trovare altri modi per allattare in modo sicuro. Prova ad esprimere il tuo latte e donalo al tuo bambino usando una tazza o un cucchiaio pulito. Puoi anche utilizzare una donazione di latte materno se questa pratica è disponibile nella tua regione. Discutere le opzioni con il proprio consulente per l’allattamento o il personale sanitario.

Esprimere il tuo latte ti aiuterà anche a continuare a produrre latte materno e riprendere l’allattamento non appena ti senti meglio. Non vi è alcun periodo di pausa prima di riprendere l’allattamento dopo essere stato infettato o sospettato di essere stato infettato da COVID-19.

Se non puoi allattare al seno o beneficiare di una donazione di latte materno, prendi in considerazione di chiamare una madre adottiva – se questo è accettato nella tua cultura – o di dare al tuo bambino una formula se ” è preparato correttamente, è di alta qualità e puoi ottenerlo facilmente.

Dovrei allattare mio figlio se è malato?

Continua ad allattare tuo figlio se si ammala. Che abbia COVID-19 o un’altra malattia, è importante continuare ad allattarlo. Il latte materno rafforza il sistema immunitario del bambino e trasmette gli anticorpi ad esso, aiutandolo a combattere le infezioni.

Quali precauzioni dovrei prendere durante l’allattamento?

Assicurati di seguire le istruzioni per il lavaggio delle mani. È indispensabile lavarsi le mani con acqua e sapone o una soluzione alcolica prima e dopo ogni contatto con il bambino e pulire e disinfettare tutte le superfici che sono state toccate.

Lavare le tiralatte e i contenitori e gli utensili utilizzati per nutrire il bambino dopo ogni utilizzo, come al solito.

Allattamento al seno sicuro durante la pandemia COVID-19

Link utili:

https://www.unicef.org/fr/coronavirus/allaiter-en-toute-securite-durant-la-pandemie-de-covid-19

https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/salute_bambini/medicina/2020/03/16/unicef-allattamento-sicuro-anche-con-il-coronavirus_7de1bb7e-d7f3-43ce-99f2-61dd113af166.html

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-gravidanza-parto-allattamento-26-3-20