Vaccino covid19, Moderna: “Funziona al 94,5 per cento”

Moderna, nel Massachussets, sperimenta un vaccino contro il covid con risultati incoraggianti.

Il vaccino anti Covid pare sia a buon punto. Stavolta non si parla di Pfizer-BioNtech, ma di Moderna, azienda di biotecnologie statunitense fondata nel 2010 con sede a Cambridge nel Massachussets. Dai risultati delle sperimentazioni effettuate pare che il vaccino contro il coronavirus funzioni al 94,5 per cento. A riportare i dati è il New York Times.

Solo qualche giorno fa l’azienda tedesca Pfizer aveva annunciato un vaccino con risultati incoraggianti al 90 percento. Nel caso del vaccino messo appunto negli States i pazienti sottoposti al test non hanno presentato grossi effetti collaterali, al massimo qualche linea di febbre, stanchezza o indolenzimento nel punto in cui è stata effettuata l’iniezione, probabilmente due nell’arco di quattro settimane.

Il vaccino anti covid di Moderna sarebbe migliore rispetto al Pfzier per un motivo: è in grado di resistere a temperature di refrigerazione standard dai 2 agli 8 gradi centigradi per 30 giorni, mentre quello tedesco tra i meno 70 e i meno 80 gradi centigradi. Il dottor Anthony Fauci, direttore dell’istituto, aveva dichiarato in un’intervista: “Avevo detto che sarei stato soddisfatto di un vaccino efficace al 75%. Ma mi aspettavo questi numeri. Pensavo che saremmo stati bravi, ma il 94,5 percento è davvero un dato impressionante“. Il vaccino però non sarà prodotto su larga scala almeno fino in primavera 2020. Sul mercato globale sono attese tra 00 milioni e un miliardo di dosi a partire dal 2021.

Vaccino covid19, Moderna: "Funziona al 94,5 per cento"