“Un Posto al Sole”, l’indiscrezione potrebbe concretizzarsi

La programmazione di "Un Posto al Sole" potrebbe cambiare a breve. Produzione, cast e spettatori non sarebbero contenti della scelta.

Una scelta che storcere il naso alla produzione, agli attori e ai telespettatori di “Un Posto al Sole” la storica soap di Rai 3 che è diventato un appuntamento fisso ormai e non solo per i napoletani. UPAS è seguita da molti italiani. Inizialmente tacciata come fake news, in realtà potrebbe concretizzarsi: ovvero la messa in onda della soap potrebbe essere anticipata, e non di poco, ma alle 18.30 e circa per dare spazio a un talk show politico diretto da Lucia Annunziata. Le voci si fanno sempre più insistenti e intanto la produzione non ha diramato comunicati stampa ufficiali per confermare o rivelare l’infondatezza della notizia.

Un posto al sole, nuovo orario: i sindacati sul piede di guerra per Un Posto al Sole

A voler questo spostamento pare siano Carlo Fuortes e Franco di Mare. Per ora sono solo congetture, ma consci dei buoni ascolti della soap che non si è mai imbattuta in profonde crisi di “share” durante questi 25 anni, punterebbero sul fatto che gli italiani, pur di seguirla, cambierebbero le proprie abitudini. Perché sì, guardare Un Posto al Sole durante la cena è ormai diventato un rito. Le voci, soprattutto del web, sono una moltitudine e non si riesce per ora a fare previsioni. Se la scelta dovesse essere reale c’è chi parla di un cambiamento immediato attuabile entro fine ottobre 2021, chi invece proietta lo slittamento per gennaio 2022.

Intanto tali decisioni dovranno scontrarsi non solo con la rete, ma anche con i sindacati Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil, Ugl-Fnc Informazione, Snater, insieme con la Rsu (Rappresentanza Sindacale Unitaria) del CPTV Rai di Napoli non resteranno con le mani in mano e lotteranno contro questa scelta.

"Un Posto al Sole", l'indiscrezione potrebbe concretizzarsi