Ricetta vellutata di zucca: l’autunno in un piatto

La ricetta della vellutata di zucca porta in tavola tutto il sapore e l'odore dolce e intenso dell'autunno. Dalle note dolci e salate, questo piatto mette d'accordo proprio tutti.

La ricetta della vellutata di zucca è ideale prepararla in inverno, soprattutto quando fuori piove. È un primo piatto caldo e nutriente e anche delizioso che farà leccare i baffi anche per chi non è un grande fan della zucca. Questa pietanza, inoltre, si presta anche ad un grande effetto scenografico nel caso vorreste servirla nella zucca stessa.

La vellutata di zucca porta i colori dell’autunno

La vellutata di zucca, come suggerisce il nome, è delicata ma allo stesso tempo consistente e confortante. Porta con se il tepore e i colori dell’autunno che ravvivano anche una tavola imbandita. Inoltre, povera di calorie, delizierà anche chi vorrà mantenere intatta la propria linea oltre a far veramente bene in quanto ricca di antiossidanti.

Quale zucca scegliere?

La zucca che è tipica della stagione autunnale in realtà appartiene a due specie. Per semplificarvi il concetto vi è quella classica e tonda che appartiene alla Cucurbita maxima, e la zucca cavolfiore che si identifica nella Cucurbita moscata. La prima è caratterizzata da una consistenza più fibrosa e farinosa. La seconda invece è più morbida e setosa e sono anche più dolci. Per la nostra ricetta scegliamo la zucca cavolfiore mitigandone la dolcezza con ingredienti salati o erbe dal sapore intenso come salvia e rosmarino.

Vellutata di zucca

Un piatto autunnale e invernale che scalda non solo lo stomaco, ma anche il cuore!
Preparazione15 min
Cottura30 min
Portata: Portata principale
Cucina: Italiana
Keyword: vellutata di zucca, zucca cavolfiore
Porzioni: 5 persone
Calorie: 205kcal
Chef: redazione cucina

Ingredienti

  • 1 kg zucca cavolfiore
  • 800 gr

    brodo vegetale

  • 130 gr

    porri

  • 100 gr

    panna fresca liquida

  • 1 pizzico

    noce moscata

  • 40 gr olio evo
  • q.b.

    pepe nero

  • q.b.

    sale fino

  • q.b. rosmarino

Per servire

  • q.b. crostini

Preparazione

  1. Puliamo i porri tagliandoli a rondelle. In una casseruola scaldiamo l’olio evo e uniamo l porro facendolo soffriggere per qualche minuto senza farlo bruciare, quindi occhio alla fiamma. Sfumate col brodo se necessario.
  2. Tagliamo la nostra zucca a cubetti e aggiungiamola nella casseruola per farla insaporire con i porri e aggiungiamo il brodo vegetale.
  3. Cuociamo per circa 25 minuti e insaporire con la noce moscata (grattugiandone un po’). Regoliamo di sale e pepe e dopodiché aggiungiamo la panna tenendone un po’ da parte. Frulliamo il tutto facendoci aiutare da un mixer a immersione.
  4. La vostra crema di zucca dovrà risultare molto liscia. Per renderla appunto “vellutata” dobbiamo necessariamente setacciarla attraverso un colino a a maglie strette.
  5. Adesso passiamo all’impiattamento. Guarniamo la nostra vellutata di zucca con panna e accompagnatale con dei crostini e qualche rametto di rosmarino o basilico.

Come fare i crostini in casa

Sgranocchiare o tuffare dei crostini nella nostra vellutata renderà il contrasto dolce salato ancora più piacevole. Potreste comprarli semplici, all’olio evo, direttamente al supermercato o realizzarli voi in maniera molto veloce. Prendete 100 gr di pancarré e fatene dei piccoli quadratini. In una padella sciogliete una noce di burro con un po’ di zenzero e aggiungete i crostini facendoli dorare

Consigli per conservare la vellutata di zucca

La vellutata di zucca può essere conservata in frigo per 2-3 giorni. Invece se l’esigenza chiede una versione ancora più light, si consiglia di sostituire il latte alla panna fresca e guarnire il piatto con yogurt greco.

Ricetta vellutata di zucca: l’autunno in un piatto
Vellutata di zucca