La ricetta del sartù di riso bianco è uno dei primi piatti partenopei con ripieno decisamente ricco e importante. Proprio per questo motivo è l’ideale per essere preparato durante le festività e proposto durante il periodo natalizio o pasquale. Questo timballo di riso ha anche un’alternativa, quello fatto con il ragù, altrettanto scenico ma non proprio fedele alla ricetta originale.

Ricetta sartù di riso bianco
Sartù di riso bianco – Credit foto, Instagram: @cucinacongio

Il sartù di riso, l’ingrediente napoletano che fa la differenza!

Il sartù di riso bianco entrò letteralmente nel cuore dei partenopei sotto il dominio del Re Lazzarone e grazie alla presenza dei monzù, gli chef francesi che insieme alle tradizione partenopee, diedero vita ai piatti più succulenti ancora oggi consumati. La preparazione originaria, inoltre, prevedeva l’utilizzo del burro che però non ebbe largo uso a Napoli al quale preferivano la sugna che riusciva ad insaporire di più il riso.

Sartù di riso bianco

La ricetta tradizionale e antica del timballo di riso in bianco che si prepara durante le festività
Preparazione40 min
Cottura30 min
Tempo totale1 h 20 min
Portata: Portata principale
Cucina: cucina italiana, cucina napoletana, Mediterranea
Porzioni: 8 persone
Chef: redazione cucina

Ingredienti

  • 700 gr riso
  • q.b. pan grattato
  • q.b. sugna

Ingredienti per il ripieno

  • 350 gr mozzarella
  • 3 uova sode
  • 250 gr di piselli
  • 200 gr parmigiano reggiano

Ingredienti per le polpettine

  • 300 gr carne macinata
  • 140 gr pan grattato
  • 1 q.b. uova
  • q.b. parmigiano reggiano
  • q.b. prezzemolo
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Preparazione

  1. Iniziamo dalle polpettine. Priviamo il pane raffermo delle croste e mettiamolo in ammollo con acqua e latte. Dopodiché strizziamolo e in una ciotola uniamolo alla carne macinata mescolando con formaggio grattugiato, sale e un uovo.
  2. Dopo aver impastato bene tutti gli ingredienti lasciamo riposare per 30 minuti.
  3. Iniziamo a formare le polpettine e friggiamole in abbondante olio bollente riponendole poi su carta da cucina assorbente per eliminare l’olio in eccesso.
  4. Mentre cuociamo il riso in abbondante acqua salata prepariamo il ripieno. Tagliamo la mozzarella a fettine, prepariamo le uova sode e cuociamo i piselli. Poniamo tutti e tre gli ingredienti in una ciotola.
  5. Scoliamo il riso al dente e passiamolo sotto l’acqua fredda. Prendiamo una pirofila da forno, cospargiamola di sugna e pangrattato. Andiamo a comporre il primo strato di riso e poi farciamo con il ripieno messo nella ciotolina.
  6. Andiamo a formare un secondo strato di chiusura del riso. Cospargiamolo di ban grattato e fiocchetti di sugna (o di burro se lo preferite).
  7. Inforniamo per circa 30 minuti a 200°C e prelevare solo quando la superficie del riso vi sembrerà dorata. Adesso sforniamolo, lasciamo che intiepidisca, e infine servitelo ai nostri commensali.
Sartù di riso bianco
Sartù di riso bianco

Consigli e varianti per il sartù di riso bianco al forno

Spesso a questo ripieno si aggiungono anche funghi secchi da far saltare in padella con una noce di burro sfumando poi con vino bianco. Inoltre in questa ricetta abbiamo preferito farlo in maniera pratica, con una semplice pirofila quadrata. Tuttavia se l’esigenza impone una presenza scenica del piatto potete realizzarlo a mo’ di sformato impiegando uno stampo per ciambella o budino. Per la conservazione, invece, visto che contiene anche l’uovo, vi consigliamo di conservarlo non più di tre giorni e chiuso in un contenitore ermetico.