Covid19, De Luca: passo indietro sull’ordinanza-lockdown

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, fa un passo indietro sul lockdown, ma non sono escluse tuttavia provvedimenti per contenere i contagi da Covid19.

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, cambia parere sul lockdown che ha scatenato tafferugli nella città di Napoli. Cambia idea a seguito di una confernza Stato-Regioni. Il Governo non intende: “assumere drastiche misure restrittive a livello nazionale, quindi diventa improponibile realizzare misure limitate a una sola regione, al di fuori quindi di una decisione nazionale che comporterebbe anche incontrollabili spostamenti al di fuori dei confini regionali“. Inoltre, come riportato da Il Messaggero, De Luca non intende procedere in assenza di un piano socioeconomico di ristori.

Ci sono tuttavia delle richieste differenti che De Luca avanza rispetto dpcm: la didattica a distanza al 100% tranne per asili nido. I locali pubblici per lui dovrebbero chiudere alle 23 invece che alle 18 compre predisporrebbe il prossimo dpcm. Tuttavia domani potrebbero esserci ulteriori ordinanze per il contenimento della pandemia che in Campania continua a correre veloce.

La scuola per il governatore resta un pericolo, soprattutto per assembramenti all’ingresso e all’uscita senza protezioni. Dopo l’apertura delle scuole, i dati forniti dall’Unità di crisi, sono comunque gravi visto che hanno individuato contagi nella fascia d’età fino ai 18 anni cresciuti di nove volte.

Covid19, De Luca: passo indietro sull'ordinanza-lockdown