Paccheri con la ricciola: la ricetta delicata e saporita!

Dal sapore delicato e unico: i paccheri con la ricciola sono un primo piatto che lega alla perfezione ingredienti di mare e di terra.

Una ricetta tipica mediterranea. Nei paccheri con la ricciola ingredienti di terra e del mare si incontrano creando un mix di sapori delicato, raffinato e gustoso come pochi piatti del genere. La delicatezza della ricciola, un pesce che nuota nelle acque temperati e tropicali, si distingue per le carni sode e compatte e inoltre non è eccessivamente grassa.

Paccheri con la ricciola: ingredienti e procedimento

Paccheri con la ricciola

Un primo piatto di terra e di mare dal gusto delicato
Preparazione20 min
Cottura40 min
Tempo totale1 h
Portata: Portata principale
Cucina: campana, Mediterranea, napoletana
Porzioni: 4 persone
Chef: redazione cucina

Ingredienti

  • 400 gr di paccheri di gragnano
  • 1 ricciola (pesce di circa 400 gr)
  • 300 gr di pompodorini del piennolo
  • aglio
  • peperoncino piccante
  • ciuffo di prezzemolo
  • mezzo bicchiere
  • vino bianco secco
  • olio evo
  • sale

 

Preparazione

  1. Iniziamo pulendo la ricciola eliminando squame, lische, interiora, la pelle e poi tagliamole a cubetti.
  2. Schiacciamo dell’aglio e imbiondiamolo in una padella con olio evo aggiungendo anche il peperoncino. Aggiungiamo anche i dadini di pesce e fate insaporire per alcuni minuti.
  3. Sfumiamo con il vino e uniamo anche i pomodorini. Cuociamo a fuoco medio per circa 5 minuti e aggiustiamo di sale.
  4. In una pentola con abbondante acqua salata lessiamo pure i paccheri e scoliamoli al dente tuffandoli nel sugo e saltandoli nella padella insieme al sugo. Aggiungiamo anche un mestolo piccolo dell’acqua di cottura.
  5. Appena saranno pronti impiattiamo i nostri buonissimi paccheri con la ricciola e decoriamo con del prezzemolo tritato.
Ricetta paccheri con la ricciola
Foto Instagram: @theutra

L’origine del nome “Paccheri”

I Paccheri oltre ad essere un formato di pasta tipicamente napoletano, è anche una parola tipicamente napoletane ma che trae origine dal greco pas, pacca, pacchero. In napoletano si chiamano anche “schiaffoni“, e indica nel linguaggio gestuale uno schiaffo a mano aperta, ampio e largo come appunto i paccheri in grado di trattenere all’interno diversi tipi di ripieni e sughi.

Altre ricette con i paccheri