Covid-19 in Cina non è scomparso: emerso focolaio di 137 positivi

Il covid-19 si riaccende in Cina: emerso un focolaio all'interno di un edificio per la produzione di abiti.

In questi ultimi giorni tutti ad elogiare la Cina, lì da dove tutto è partito, per la capacità di essere uscita dalla pandemia grazie al loro sistema di tracciamento del virus e tamponi a tappeto. La verità però è un’altra e a riportarla è ilmeteo.it. Proprio in queste ore è emerso un focolaio con almeno 137 casi positivi da covid-19. I casi positivi, pare asintomatici, sono stati individuati a Kashgar, la città dello Xinjiang dove il 14 ottobre è stato individuato il primo caso positivo della Cina continentale.

I casi positivi da covid-19 sono legati tutti al medesimo stabilimento di produzione abiti. Il focolaio è emerso in seguito all’avvio del programma per testare 4,75 milioni di persone nella regione. In meno di 24h sono stati testati 2,48 milioni di individui. Tra le misure cautelative adottate in Kshgar, rientra la chiusura delle scuole almeno fino a venerdì.

Covid-19 in Cina non è scomparso: emerso focolaio di 137 positivi