1 min di letturaItalia covid-19, 7 gennaio: ritorna la suddivisione in fasce

Ritorna la suddivisione in fasce delle regioni italiane appena dopo le feste natalizie. Alcuni comuni inoltre rischiano di rientrare nella zona rossa.

Zona rossa e arancione intermittenza. Gli italiani reclusi e anche dopo il 6 gennaio, alla fine delle restrizioni introdotte durante le festività natalizie, altri comuni rischiano di rientrare nella zona rossa. Ritorna la suddivisione in fasce delle regioni per il contenimento della pandemia covid-19. A preoccupare è il tasso Rt nazionale che riporta la positività al virus del 14,1%. A rischiare la zona più restrittiva sono le regioni del Veneto, Liguria e Calabria. Come riportato da la Repubblica, lo stesso destino potrebbe toccare alla Puglia, Basilicata e Lombardia.

In generale dopo il periodo di restrizioni, in assenza di risultati negativi, si dovrebbe ritornare alla situazione ante dpcm natalizio in cui tutta l’Italia è stata introdotta nella zona gialla a eccezione dell’Abruzzo, e della Campania. Tuttavia bisognerà aspettare la riunione della la cabina di regia per il Monitoraggio regionale per conoscere in definitiva i colori delle regioni.

Italia covid-19, 7 gennaio: ritorna la suddivisione in fasce