Pensare alle prelibatezze pasquali è un loop che inizia a Napoli appena dopo la fine del Natale. Prima però c’è il carnevale con altrettante prelibatezze come le chiacchiere, il sanguinaccio e la famosa lasagna. Arrivano poi le bontà che si preparano per celebrare la resurrezione come il tortano, ma soprattutto la pastiera. Ve l’abbiamo proposta in diverse varianti e vi abbiamo segnalato anche tutte le novità culinarie a lei dedicate, oggi però vogliamo provare a preparare la pastiera napoletana con il grano passato. Perché vi chiederete? Non tutti, soprattutto i più piccoli, non gradiscono deglutire o masticare chicchi di grano interi e noi vi assicuriamo che il gusto resta quello buono e goloso della pastiera originale.

Pastiera napoletana con grano passato che fa felici tutti!

Per preparare la pastiera napoletana con grano passato c’è solo un passaggio in più da eseguire, ma resta tuttavia un dolce della tradizione ed è per questo non può mancare nel menu pasquale partenopeo. Il profumo del grano passato inebrierà tutta la casa molti giorni prima della domenica di Pasqua. Vedrete, vi catapulterà in anticipo nel clima festivo che si raccoglie intorno alla tavola quando il padrone di casa, ovvero il capo famiglia, si accingerà a benedire la famiglia e gli altri commensali.

Pastiera napoletana con grano passato

Con questa ricetta farete d'accordo proprio tutti: grandi e piccini
Preparazione50 min
Cottura1 h
Tempo totale1 h 50 min
Portata: Dessert
Cucina: cucina napoletana
Porzioni: 10 porzioni
Chef: redazione cucina

Ingredienti

Ingredienti per la frolla

  • 500 gr farina
  • 200 gr sugna (strutto)
  • 200 gr zucchero
  • 110 gr uova

Ingredienti per il ripieno

  • 500 gr di grano
  • 450 gr di zucchero
  • 450 gr di ricotta di pecora
  • 1 cucchiaio di sugna
  • acqua
  • 5 uova
  • 3 tuorli
  • 1 buccia di limone
  • 1 bacca di vaniglia
  • cannella
  • 100 gr scorzetta di arancia
  • acqua di fiori di arancio

Preparazione

  1. I preparativi per la pastiera napoletana con grano passato iniziano almeno la sera prima: cuociamo il grano in una quantità d’acqua che andrà a ricoprirlo tutto oltre un centimetro. Aggiungiamo anche un cucchiaio di strutto, cannella, una bacca di vaniglia incisa, un pizzico di sale e una buccia sottile di limone.
  2. Copriamo con un coperchio e cuociamo a fuoco basso ottenendo una crema.
  3. Dopodiché allo zucchero uniamo la ricotta, mescoliamo e lasciamo che riposi in frigo per tutta la notte.
  4. Il giorno seguente in un passaverdure passiamo il grano dopo aver eliminato la buccia di limone
  5. Poi rendiamo lo zucchero e la ricotta dal frigo e incorporiamo man mano le uova e i tuorli, la fialetta di acqua di fiori d’arancio (i canditi se volete) e infine il grano passato.
  6. Utilizziamo due tortiere da 25 cm che andremo a rivestire con la pasta frolla (qui la ricetta), versiamo la crema di grano passato e il resto della ricotta. Decoriamo infine a mo’ di crostata con il resto della pasta frolla e infornare a 160°C per circa un’ora. Infine servire la buonissima pastiera napoletana con grano passato!

Consigli

Al posto dello strutto potete anche utilizzare il burro e infine la nostra buonissima pastiera si conserva in frigo per qualche giorno a patto però che venga riposta in un contenitore ermeticamente chiuso.

Ricetta pastiera napoletana con grano passato
Pastiera napoletana con grano passato

Altri modi per preparare la pastiera