Pastiera di Antonino Cannavacciuolo: ricetta profumata dello chef

Ecco la ricetta della pastiera napoletana Antonino Cannavacciuolo: il regalo di Pasqua dello chef ai suoi fan.

Gli italiani sono a caccia delle ricette di Antonino Cannavacciuolo, soprattutto durante le festività di Pasqua visto che lo chef è molto generoso e ogni anno ne condivide delle più saporite con i propri fan. Una che ha riscontrato un successo strepitoso, oltre al tortano, è senza dubbio la pastiera napoletana, tra l’altro tradizione culinaria della sua terra natia.

Pastiera di Antonino Cannavacciuolo: ricetta profumata dello chef
Foto di repertorio

La pastiera di Antonino Cannavacciuolo è un rito da onorare

Per Antonino Cannavacciuolo la pastiera, i suoi odori, sono un rito importante che va onorato. Infatti si legge così sul suo sito web: “Associo la pastiera ai profumi della Pasqua e dei campi primaverili in fiore”. Lo chef stellato di MasterChef ci guida nei meandri di questa ricetta svelandoci ogni segreto per farla buona e soprattutto profumata.

Pastiera di Antonino Cannavacciuolo: ricetta profumata dello chef

Pastiera di Antonino Cannavacciuolo

redazione cucina
La tradizione condivisa dallo chef napoletano e stellato
Preparazione 1 h
Cottura 1 h 30 min
Tempo totale 2 h 30 min
Portata Dessert
Cucina napoletana
Porzioni 8 porzioni

Ingredienti
  

PROCEDIMENTO A

  • 300 g di grano cotto
  • 200 ml di latte
  • 1 cucchiaio di strutto possibile sostituirlo con il burro
  • la scorza di 1 limone non trattato
  • la scorza di un’arancia

PROCEDIMENTO B

  • 350 g di ricotta di bufala fresca se non la trovate di bufala potrete usare ricotta vaccina
  • 300 g di zucchero
  • 4 uova intere
  • 3 tuorli
  • un pizzico di cannella in polvere
  • 150 g di canditi meglio se arancia e cedro, a cubetti
  • 5 gocce di aroma di fiori d’arancio

Ingredienti per la frolla

  • 390 g di farina 00
  • 55 g di farina di mandorle
  • 135 g di zucchero a velo
  • 75 g di uova
  • 220 g di burro in pomata
  • 1 stecca di vaniglia
  • 2 g di sale naturale
Keyword pastiera, pastiera di antonino cannavacciuolo, ricetta

Procedimento pasta frolla

  1. In una planetaria versare burro, farina di mandorle, zucchero a velo, vaniglia e sale, mescolando per pochi secondi con gancio a foglia o in alternativa, senza planetaria, lavorare con le mani energicamente.
  2. Incorporiamo poi le uova e la farina poco alla volta.
  3. Amalgamiamo fino a quando il composto assumerò consistenza e creiamo una palla avvolgendola nella pelliloca per riporla in frigo per circa 1 ora.

Per il ripieno

  1. A fuoco bassissimo, in una pentola, cuocere gli ingredienti del procedimento A e mescolare durante la cottura che durerà 30 minuti.
  2. Spegnere il fuoco, eliminare le scorze di agrumi e lasciare riposare a temperatura ambiente.
  3. A questo punto in una planetaria o con l’aiuto dello sbattitore elettrico unire gli ingredienti del procedimento B. Unire i due composti e aggiungere i canditi più l’aroma di fiori d’arancio.
  4. Prendiamo una tortiera e foderiamola con la pasta frolla lasciandone un po’ da parte per la decorazione. Riempiamo adesso con il ripieno precedentemente ottenuto.
  5. Con la pasta frolla messa da parte creiamo delle strice da intrecciare sulla superficie a mo’ di crostata.
  6. Infornare a 190°C per cica 1 ora e fare la prova dello stecchino per verificare lo stato di cottura.
  7. A cottura ultimata e a forno spento lasciamo riposare la pastiera di Antonino Cannavacciuolo per circa 30 minuti. Dopodiché bisognerà sfornarla e servirla a temperatura ambiente.

Altre ricette di Antonino Cannavacciuolo

Fonte: antoninocannavacciuolo.it